Nov 9, 2016 - Seminari    No Comments

CIDINFORMA n. 2

11377137_10204298891009163_4792953501477698814_n3

Anno Scolastico 2016-2017 – n. 2

Cari colleghi,

con l’inizio del nuovo anno scolastico sono emerse , in maniera dirompente, le criticità ,

già evidenziate, della nuova legge su più livelli:

  • · livello organizzativo (organici, formulazione orario scolastico, documentazioni ,

“burocratesi “, confusione di compiti e responsabilità tra dirigente, docenti e

segreteria etc.);

  • · livello progettuale (identità dell’idea di progettazione come momento fondamentale

per l’avvio di una reale ricerca-azione , ricerca di format progettuali , connessioni

tra documenti ufficiali e reale azione didattica , verticalizzazione e gradualità dei

contenuti etc.);

  • livello didattico (difficoltà di collegamento tra azione progettale e agito in classe
  • livello docimologico (cosa e come valutare, “appesantimento” delle prove di  valutazione rispetto alla riflessione sul “fare” didattico, scollamento tra prove e

    attività quotidiane di insegnamento – apprendimento, valutazione delle istituzioni  rispetto ad un modello centrale più che in riferimento al contesto in cui si opera ,

    valutazione dei docenti e dei dirigenti in base a criteri non chiari etc.” ) ;

  • livello della formazione ( spendibilità in riferimento alla carriera non delineata

    contrattualmente, individualismo a livello di scelte formative non aderenti ai reali

    bisogni del contesto educativo etc. )

    Alla luce di tali problematiche la nostra associazione pone al centro l’idea di una formazione “pensata ” e “reale” che risponda alle esigenze dei contesti e miri alla continua costruzione della professionalità docente vista non soltanto come puro tecnicismo didattico, ma soprattutto come responsabilità politica e culturale . L’identità di un docente non nasce e si sviluppa attraverso l’affastellarsi di corsi certificati e ruoli gerarchici ma mediante il confronto, la messa in discussione continua del proprio operato, la certezza dell’importanza della cultura come elemento propulsore di una società democratica.

    Ogni istituzione scolastica, consapevole delle propria autonomia, dovrebbe diventare essa stessa centro di elaborazione,  di ricerca e sperimentazione, luogo di discussione e scambio di idee e procedure, focalizzando l’attenzione non sui risultati, come risposta alle pressioni ministeriali, ma sui processi che traducono il “vissuto” dei nostri alunni.

    Avvalendoci degli strumenti disponibili (Insegnare, la rivista del CIDI; il blog;  il gruppo FB; una newletter periodica che consenta a tutti di avere tempestivamente informazioni e di essere nel dibattito da protagonista, soprattutto delle nostre iniziative – gruppi di ricerca azione, seminari, incontri – dibattito, percorsi di formazione – ) pensiamo di dare un contributo di idee e strumenti di lavoro utile per crescere tutti insieme in una fase difficile per la scuola e per il nostro lavoro.

    Vi aspettiamo

     

    Anna Chiara Monardo

    Presidente del CIDI di Cosenza

    Cosenza, 8 novembre 2016

  • Cliccare qui per visualizzare il   Cidinforma 2016_2017 n. 2
CIDINFORMA n. 2ultima modifica: 2016-11-09T20:30:35+01:00da cidicosenza
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento